Glossario elettronica EDA (Electronic Design Automation)

Ecco una rassegna dei principali termini utilizzati in ambito EDA (Electronic Design Management) a beneficio del progettista elettronico che non vuole avere paura di perdersi tra i molti acronimi il cui significato non è sempre chiaro a tutti.

A-D

ALM

L’ambito del Application Lifecycle Management (ALM) è l’equivalente del Product Lifecycle Management (PLM) per ciò che riguarda le applicazioni software. Comprende attività come l’analisi dei requisiti, la definizione dell’architettura sotware, la programmazione, il testing, la manutenzione, la gestione dei rilasci.

AVL

Il termine Approved Vendor List (AVM) si riferisce all’insieme di fornitori giudicati idonei a seguito di un processo di valutazione e approvazione (“Supplier evaluation”).

ASIC

In elettronica digitale un application specific integrated circuit (ASIC) è un circuito integrato creato appositamente per risolvere un’applicazione di calcolo ben precisa (specific purpose). Si differenzia dal FPGA per non essere programmabile e avere un costo inferiore, dunque per essere utilizzato in produzioni su larga scala.

BOM

La distinta base (Diba), in inglese Bill of Materials (BOM), è l’elenco di tutti i componenti, sottoassiemi, semilavorati e materie prime necessari per realizzare un prodotto. In elettronica la distinta di base di produzione configurata è una evoluzione nella quale le componenti sono parametrizzate secondo le loro caratteristiche.

CAD

Il termine Computer-Aided Design (CAD) – “progettazione assistita dal computer” – viene utilizzato per indicare i software utilizzati per progettare oggetti in 3D (CAD meccanico o CAM) o parti elettronicche come i circuiti stampati. Quando il CAD viene utilizzato per calcoli quali analisi statiche, dinamiche e strutturali si parla di Computer Aided Engineering (CAE). [v. articoli in tema]

CAE

L’espressione Computer-aided engineering (CAE), in italiano “ingegneria assistita dal computer”), indica le applicazioni software che agevolano la risoluzione dei problemi dell’ingegneria tramite il calcolo numerico. Tipici ambiti di applicazione del CAE sono le simulazioni analogiche e digitali di circuiti elettronici, il calcolo di campi elettromagnetici, il calcolo statico o dinamico di strutture.

CAM

CAM è l’acronimo per l’espressione inglese “Computer-Aided Manufacturing”, che significa produzione assistita da computer. L’espressione è applicata a una categoria di prodotti software che analizzano un modello geometrico virtuale, bidimensionale o tridimensionale, per generare le istruzioni necessarie ad una macchina utensile a controllo numerico computerizzato (CNC) per seguire un determinato “percorso utensile” per la fabbricazione di un manufatto.

CFD

La fluidodinamica computazionale o numerica (brevemente detta CFD, Computational Fluid Dynamics in inglese) è la tecnica che permette lo studio dei problemi di fluidodinamica (comportamento di liquidi e gas in movimento) mediante l’utilizzo del computer. [v. articoli in tema]

CMS

Per CMS in determinati contesti s’intende il subfornitore (“Supplier”) che fornisce per conto terzi dei singoli prodotti, nell’ambito di una catena di distribuzione (“Chain Management”) di un prodotto più complesso.

DFM

Con il termine Design for Manufacturability o Design for Manufacturing, cioè progettazione per la produzione, si intende l’arte di progettare i prodotti in modo da facilitarne la produzione in serie.

DFx

Design For X – Termine generico che raggruppa tutte le varie attività di design (DFA, DFF, DFM, DFT)

Die

Il die è la sottile piastrina di materiale semiconduttore sulla quale è stato realizzato il circuito elettronico del circuito integrato.

DPMO

I Difetti Per Milione di Opportunità (DPMO) sostituiscono una misura delle performance di processo nella produzione industriale.

E-L

EM

L’acronimo EM sta semplicemente per electromagnetic, elettromagnetico.

EMS

Un Electronic Manufacturing Service (EMS) è un’azienda che produce e/o assembla prodotti elettronici sviluppati da terzi.

FPGA

In elettronica digitale, un dispositivo Field Programmable Gate Array, solitamente abbreviato in FPGA, è un circuito integrato le cui funzionalità sono programmabili via software. Tali dispositivi consentono l’implementazione di funzioni logiche anche molto complesse, e sono caratterizzati da un’elevata scalabilità. Presentano caratteristiche intermedie rispetto ai dispositivi ASIC (Application Specific Integrated Circuit) da un lato e a quelli con architettura PAL (Programmable Array Logic) dall’altro.

Gerber

Il formato di file Gerber è lo standard de-facto utilizzato per la produzione di circuiti stampati (PCB) per tracciare le connessioni elettriche quali piste, vias, e piazzole. In aggiunta, il file contiene informazioni per la foratura e la fresatura del circuito stampato. I files Gerber vengono generati da software di sbroglio circuitale (come PADS o Xpedition) e vengono inviati ai costruttori di PCB per essere caricati nei software CAM.

HDL

In elettronica, un hardware description language (HDL) – ovvero “linguaggio di descrizione dell’hardware” – è un linguaggio informatico utilizzato per programmare la struttura e il funzionamento di sistemi elettronici.

HMI

L’acronimo HMI sta per Human Machine Interface, ovvero l’interfaccia utente (nota anche come UI, dall’inglese User Interface), che è ciò che si frappone tra una macchina e un utente, consentendo l’interazione tra i due. Quando l’interfaccia è grafica (come ad esempio in un touch screen) si parla di GUI, Graphical User Interface.
Esempio: Altia

HVAC

HVAC è una sigla che sta per Heating, Ventilating and Air Conditioning, ovvero “riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria”. Riguarda i vari ambiti della progettazione industriale finalizzati al condizionamento e comfort ambientale.

IGBT

Il Transistor bipolare a gate isolato (sigla inglese IGBT da Insulated Gate Bipolar Transistor) è un dispositivo a semiconduttore usato come interruttore elettronico in applicazioni ad alta potenza, cioè è in grado di commutare alte tensioni e alte correnti.

IMS

Subfornitore che fa assemblaggio di board per conto terzi

M-Z

Meccatronica

La meccatronica è la branca dell’ingegneria dell’automazione che studia il modo di far interagire tre discipline: la meccanica, l’elettronica, e l’informatica, al fine di automatizzare i sistemi di produzione semplificando il lavoro umano. [v. articoli in tema]

MES

Con Manufacturing Execution System (MES) si indica un sistema informatizzato che ha la principale funzione di gestire e controllare la funzione produttiva di un’azienda. La gestione coinvolge il dispaccio degli ordini, gli avanzamenti in quantità e tempo, il versamento a magazzino, nonché il collegamento diretto ai macchinari per dedurre informazioni utili ad integrare l’esecuzione della produzione come a produrre informazioni per il controllo della produzione stessa

MSD

I Moisture Sensitive Devices (MSD) sono i dispositivi sensibili all’umidità che durante il processo di assemblaggio devono essere gestiti secondo standard specifici, per evitare che ne vengano compromesse le funzionalità.

NPI

Per New Product Introduction o New Product Develompment si intende l’intero processo che porta all’introduzione di un prodotto sul mercato, partendo dall’opportunità che nasce all’interno del mercato stesso. [v. articoli in tema]

ODA

La Open design Alliance (ODA) è un’organizzazione non-profit che riunisce aziende e operatori del software per promuovere lo scambio di informazioni nell’ambito dei sofware CAD. Ciò viene attuato sia sviluppando gli standard per i cosiddetti formati di dati CAS, sia sviluppando librerie software di alta qualità.

OEM

Un original equipment manufacturer (OEM), letteralmente in inglese “produttore di apparecchiature originali”, è un’azienda che realizza un’apparecchiatura che verrà poi installata in un prodotto finito, sul quale il costruttore finale appone il proprio marchio.

PLC

Il Controllore a Logica Programmabile o Programmable Logic Controller (PLC) è un controllore per industria specializzato in origine nella gestione o controllo dei processi industriali, ma oggi diffuso anche in ambiente domestico. Il PLC esegue un programma ed elabora i segnali digitali ed analogici provenienti da sensori e diretti agli attuatori presenti in un impianto.

PLM

La gestione del ciclo di vita del prodotto, o Product Lifecycle Management (PLM) è un approccio strategico alla gestione delle informazioni, dei processi e delle risorse a supporto del ciclo di vita di prodotti e servizi, dalla loro ideazione, allo sviluppo, al lancio sul mercato, al ritiro. Il PLM si basa su un insieme di tecnologie, su metodologie di organizzazione del lavoro collaborativo e sulla definizione di processi.

RF Design

Ramo del design nell’elettronica che si occupa della progettazione di dispositivi che operano nell’ambito delle radio-frequense (RF), includendo tutto ciò che trasmette o riceve onde radio, dai telefoni mobili alle radio agli apparecchi radiocomandati.

SCM

La gestione della catena di distribuzione (o SCM, dall’inglese “supply chain management”) riguarda diverse attività logistiche delle aziende, con l’obiettivo di controllare le prestazioni e migliorarne l’efficienza. Tra queste attività sono incluse la catalogazione sistematica dei prodotti e il coordinamento strategico dei vari membri della catena di distribuzione.

SLM

Il Service Lifecycle Management (SLM) è un approccio olistico che consente alle aziende di gestire tutto l’insieme dei servizi (ad es. i contratti, la manutenzione, l’assistenza, la manualistica, ecc.) tenendone sotto controllo i costi e la loro influenza sui costi finali e sui tempi di realizzazione dei prodotti.

SMD

Surface Mounting Device (“componenti elettronici a montaggio superficiale”): vedi SMT.

SMT

La Surface Mount Technology (“tecnologia a montaggio superficiale”) è una tecnica utilizzata per l’assemblaggio di un circuito stampato che consiste nell’applicazione dei componenti elettronici sulla sua superficie senza la necessità di praticare dei fori, come invece richiesto nella tecnica classica.

STEP

Il formato di file STEP (STandard for the Exchange of Product) è la denominazione informale per designare lo standard ISO 10303 per la rappresentazione e lo scambio di informazioni relative alla fabbricazione di prodotti. Il formato è in grado di descrivere oggetti in 3D nell’ambito dei sistemi CAD.

Topologia

La topologia di un circuito elettronico è la forma che assume il reticolo delle interconnessioni dei componenti del circuito. Un reticolo, i cui componenti siano cambiati o ridimensionati, conserva la stessa topologia. La topologia non riguarda la fisicità dei componenti un circuito ma la loro collocazione su uno schema circuitale. Si occupa solo di quali collegamenti esistono tra i componenti.

WIP

L’acronimo WIP sta per Work in Process e indica il materiale in fase di lavorazione nel corso di un processo di produzione industriale.

Paolo SubioliGlossario elettronica EDA (Electronic Design Automation)