Test componenti

Power cycling e test termici dei componenti elettronici con Power Tester 1500A

on 15 Gennaio 2019

(Durata del video: 2 minuti e 43″)

Nel mondo che oggi conosciamo l’affidabilità a lungo termine dell’elettronica di potenza è diventata un fattore critico nel design. Il Power Tester 1500A si aggiunge alla gamma di strumenti di Micred universalmente acclamata e di fama mondiale per offrire una soluzione accessibile e affidabile.

Il beneficio reale del Power Tester 1500A è che esso consente ai produttori di essere sicuri che i prodotti che forniscono al mercato saranno affidabili quando andranno sul mercato e risparmiare sui costi di garanzia e sui costi di richiamo dei prodotti e risparmiare sugli altri costi associati ai guasti del prodotti sul campo.

Il Power Tester 1500A è un sistema standardizzato e testato in grado di operare per un lungo periodo di tempo consentendo ai progettisti di caratterizzare le prestazioni termiche dei componenti ad alta potenza testandoli ai limiti reali delle loro operazioni. Le organizzazioni possono ottimizzare l’assegnazione del personale chiave dal momento che la facilità d’uso delle operazioni col touch screen e gli input passo dopo passo permettono ai lavoratori non specializzati di usare il sistema in modo sicuro ed efficiente.

Il sistema in sé è equipaggiato  in modo che ogni problema associato col suo utilizzo venga automaticamente segnalato all’utente.

Il prodotto è stato realizzato per poter essere usato ovunque nell’organizzazione di un produttore all’interno dello stabilimento o in laboratorio. È molto semplice da installare Basta connettere la corrente e in caso collegare l’impianto idrico e un termostato.

Le funzionalità del sistema includono la resistenza termica standard e il test dell’impedenza termica oltre ai test combinati di power cycling e la caratterizzazione della resistenza termica. Il sistema può catturare la tensione del dispositivo, la temperatura di giunzione e la temperatura del case ad ogni ciclo dei dispositivi sotto test. L’aumento della tensione misurata può indicare fili di connessione rotti L’aumento della corrente di gate indica la degradazione dell’ossido del gate e sofisticate analisi della struttura di funzione possono rivelare guasti meccanici  nel percorso di propagazione del calore. Il Power Tester 1500A viene fornito con inclusa la tecnologia di MicReD T3Ster.

È possibile a distanza, tramite una qualsiasi interfaccia, ad esempio un iPad, tracciare le attività di power cycling e ottenere acesso su richiesta.

I prodotti MicReD sono già utilizzati da aziende di fama mondiale e centri di ricerca Il Power Tester 1500A migliora ulteriormente questa gamma di soluzioni hardware e software user-friendly, sicure e altamente efficaci.

Power Tester 1500A

Test termici e Power Cycling per i componenti elettronici

Il Power Tester 1500A è l’unico prodotto in commercio per il test termico che associa il power cycling e le misurazioni degli stati termici transitori con l’analisi della funzione strutturale. Consente di ottenere velocemente dati come il guasto in progress, il numero di cicli, le cause del guasto.

“La piattaforma Power tester 1500A è basata su T3Ster di Mentor e viene utilizzata in tutto il mondo per un’accurata caratterizzazione termica in un’ampia gamma di ambiti industriali”

Chiedi informazioni su Power Tester 1500A:

Leggi tutto...
CadlogPower cycling e test termici dei componenti elettronici con Power Tester 1500A

Aerospazio: nasce l’alleanza tra Boeing e Siemens-Mentor. Ecco gli strumenti software utilizzati per progettare gli aerei

on 11 Ottobre 2018

Nell’aerospazio la notizia del momento è l’alleanza tra Boeing e Siemens, che consentirà al gigante mondiale dell’industria aerospaziale di utilizzare i software di Mentor Graphics, oggi parte integrante della stessa Siemens. Tali strumenti diventeranno parte integrante di quelli che in Boeing vengono chiamati Second Century Enterprise Systems (2CES). I 2CES sono il cuore di una strategia della più grande impresa aerospaziale del mondo, per trasformare se stessa in vista delle sfide del ventunesimo secolo. L’obiettivo è di dominare anche i prossimi 100 anni, e hanno scelto di farlo in partnership con Siemens. Le due aziende insieme saranno in grado di trasformare ulteriormente la progettazione e la produzione, con iniezioni ancora più massicce di automazione e di digitalizzazione.

La decisione di Boeing arriva a seguito di un’analisi onnicomprensiva delle diverse soluzioni presenti sul mercato, tenendo conto sia della varietà di necessità tipiche dell’aerospazio, sia del bisogno di avere la giusta flessibilità in vista dei possibili cambiamenti futuri. L’accordo a lungo temine darà a Siemens gli strumenti software necessari in tre aree chiave: electrical systems design; progettazione del prodotto elettronico; analisi meccanica.

L’accordo voluto dall’azienda leader nell’aerospazio riguarda in particolare gli strumenti del portfolio Siemens che derivano dall’acquisizione di Mentor Graphics, col fine di creare per Boeing una piattaforma comune e standardizzata a livello enterprise che comprenderà:

  • progettazione e verifica dei semiconduttori;
  • progettazione e realizzazione di PCB;
  • progettazione e realizzazione di sistemi elettrici (compresi wire harness);
  • analisi termica e fluido-dinamica per la progettazione meccanica.

Dunque si tratta di applicazioni in parte comuni a tutto il mondo dell’elettronica e in parte tipiche dell’aerospazio, dove coesistono sistemi elettrici e impianti di vario tipo, sia destinati alla navigazione, sia al comfort dei passeggeri, con un’enfasi particolare sulla sicurezza.

“La partnership con Siemens-Mentor ci consentirà di combinare i migliori tool esistenti per la progettazione elettrica con la vasta esperienza e conoscenza di Boeing nell’ambito del nostro progetto di trasformazione 2CES della progettazione”, ha dichiarato John Harnagel, Engineering Director di Boeing Defense and Space.

Dal canto suo Tony Hemmelgarn, president e CEO di  Siemens PLM Software ha detto: “L’abilità di supportare i clienti nel realizzare la digitalizzazione e implementare l’innovazione è uno dei nostri punti di forza. Questa partnership dà la misura di quanto Boeing creda in Siemens per consentirle di realizzare la propria visione, e noi di Siemens non vediamo l’ora che ciò avvenga realmente!”

I tool di Siemens-Mentor per l’aerospazio

(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Progettazione elettrica ed elettronica

(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Analisi meccanica e CFD

  • FloEFD (analisi CFD integrata coi sistemi di CAD meccanico)
  • FloTHERM (analisi termica e simulazione per la prototipazione virtuale)
  • FloMASTER (modellazione termofluidodinamica monodimensionale)
  • Power Tester 1500A (Test termici per i componenti elettronici)

Chiedi all’esperto

Dialoga con un esperto del settore per approfondire l'argomento che t'interessa. È gratis!

Stefano Morlacchi

Da oltre 10 anni lavora nel campo delle analisi computazionali FEM e CFD nei campi della biomeccanica, automotive e oil & gas. Esperto nel training, nell’assistenza tecnica di pre-vendita e di post-vendita per prodotti software CAE. In Cadlog ricopre il ruolo di Product Manager per i software della divisione di analisi termica e fluidodinamica (FloTHERM, FloEFD, FloMASTER) e per il Cabling & Harness.

Leggi tutto...
CadlogAerospazio: nasce l’alleanza tra Boeing e Siemens-Mentor. Ecco gli strumenti software utilizzati per progettare gli aerei