Menu

Come gestire con successo le complessità della progettazione FPGA

L'ottimizzazione dei prodotti elettronici richiede l'applicazione di nuovi algoritmi sempre più complessi. Questi richiedono nuovi FPGA dotati, come nel caso degli ULTRASCALE, di una maggiore capacità di elaborazione. Nonostante il loro costo più elevato, questi ultimi sono già stati utilizzati all’interno dell’industria avionica.

Tecnobit è una società tecnologica privata e al 100% spagnola, facente parte del gruppo Oesía. L'azienda ha sede a Valdepeñas (Ciudad Real) e Rivas-Vaciamadrid (Madrid) e opera nei seguenti settori: sicurezza, difesa e aerospazio.

La più grande sfida di Tecnobit è consolidare la propria posizione di leadership nel mercato delle termocamere ad infrarossi.

In ambito FPGA, l'innovazione aumenta la produttività dei progettisti, permettendogli di affrontare meglio la crescente complessità degli elementi hardware. Purtroppo, una maggiore produttività del design non permette sempre di accorciare il time-to-market.

La complessità della verifica aumenta in modo esponenziale all'aumentare della complessità dell'hardware, il che aumenta il tempo necessario per il completamento. Il controllo funzionale, essenziale per lo sviluppo dei progetti odierni, diventa quindi spesso un collo di bottiglia. A volte fino al 70% del tempo di sviluppo viene dedicato ai test funzionali.

Per tenere il passo con il resto del processo e massimizzarne il potenziale, è necessario un ulteriore sviluppo della fase di verifica.

La soluzione

Secondo Tecnobit, ModelSim è "la migliore soluzione" utilizzabile per simulare il comportamento degli FPGA prima e dopo la sintesi e per eseguire il debug di possibili problemi.

"Se si desidera una simulazione potente anche nel caso di progetti che richiedono tempi di elaborazione lunghi, ModelSim è l'opzione migliore. Non ci sono rivali.", afferma Mario Ramos, responsabile del design FPGA di Tecnobit.

Tecnobit sottolinea un altro aspetto molto importante: ModelSim non ha mai creato colli di bottiglia. "Per quanto riguarda i bug, non abbiamo mai segnalato un errore dello strumento, il che avviene di rado. Con altri strumenti, abbiamo riscontrato errori che sono stati poi risolti solo nelle versioni successive."

I vantaggi

Con ModelSim è possibile simulare ciò su cui si sta attualmente lavorando, così come il post-layout e la post-sintesi. Ciò consente di risparmiare tempo perché si è in grado di anticipare problemi che potrebbero sorgere in seguito. Il simulatore indica se il progetto si comporta come previsto nell'intervallo di temperatura massima e minima. "È molto utile poter eseguire una simulazione precoce molto vicina alla realtà", spiega Mario Ramos.

Il modo in cui ModelSim lavora con gli script (file di esecuzione) consente di impostare le simulazioni in modo intuitivo, senza la necessità dell’intervento di un tecnico specializzato. Grazie ad un menu, possono essere simulati facilmente diversi aspetti.

Inoltre, è uno strumento robusto che "non si blocca mai, anche nel caso di lunghe simulazioni".

Tecnobit: come gestire con successo le complessità per continuare ad innovare

Il caso di successo contiene informazioni su come:

  • ottimizzare i prodotti elettronici
  • lavorare con gli FPGA più complessi e dotati di una maggiore capacità di elaborazione
  • simulare il comportamento degli FPGA
  • ottimizzare la collaborazione tra dipartimenti
  • superare il Productivity Gap nella verifica del progetto
  • garantire la qualità del prodotto con il Code Coverage

 

Torna su