Cadlog Blog

News e aggiornamenti per l'industria elettronica e l'ingegneria

IoT nel settore trasporti: problemi e soluzioni

Negli ultimi anni, l’IoT ha creato nuove opportunità nel settore degli autotrasporti, basandosi interamente sulla connessione digitale di dispositivi e sull’analisi dei dati per prevedere futuri risultati o possibilità. In questo modo l’industria dei trasporti è in grado di sfruttare appieno il potenziale di questa tecnologia dirompente.
Per quanto riguarda i veicoli a guida autonoma, siamo ancora solo agli inizi. Infatti, secondo una stima di Gartner entro il 2021 meno dell’1% del trasporto a lungo raggio, sarà effettuato da camion senza conducente.
Le attività di autotrasporto stanno già sfruttando i vantaggi dell’uso delle tecnologie mobili, ma gli aumenti della manodopera, dei costi di carburante, del traffico e di un contesto normativo in evoluzione, rendono le operazioni sempre più difficili.
Le inefficienze causate dalla mancanza di visibilità creano notevoli costi. Tuttavia, con l’aiuto di tecnologie dirompenti come Internet of Things (IoT), visibilità su apparecchiature, risorse, personale e transazioni, le aziende possono supportare meglio operazioni cruciali in tempo reale e migliorare l’efficienza operativa e le prestazioni.
Secondo quanto sostiene Sanjeev Verma in IoT Central, il settore dell’autotrasporto può sfruttare l’intelligenza IoT a livello enterprise per affrontare i problemi tramite soluzioni fornite da questo tipo di tecnologia.

5 problemi e 5 soluzioni dall’IoT

Problema n. 1: il modello di trasporto tradizionale non ha la stessa efficienza dei camion.

La soluzione: L’IoT nel settore dei trasporti ha permesso alle aziende di migliorare l’efficienza operativa dei camion monitorando le flotte in tempo reale, così che i responsabili possano prendere decisioni immediate. Ogni volta che si verifica una perdita di olio motore, un allarme viene inviato molto prima del tempo indicando la soglia raggiunta; è così che l’IoT fa la differenza nel settore degli autotrasporti.

Problema n. 2: il consumo di carburante aumenta e crescono i problemi di congestione

La soluzione: i tradizionali modelli di business dei trasporti consumavano abbondantemente energia, a causa di una gestione impropria delle rotte, quindi una gestione ottimizzata era cruciale per la creazione di un’attività di autotrasporto sostenibile. Con l’aiuto dei dati sul campo in tempo reale, una gestione delle rotte della flotta efficiente ha eliminato quasi 175 grammi di emissioni di ossido di carbonio, prodotte da ogni chilometro supplementare percorso da qualsiasi veicolo. Con il monitoraggio manuale che diventa costoso e inaccessibile, i sensori di calore e movimento abilitati a IoT utilizzano le risorse energetiche in modo più intelligente, fornendo un enorme valore aggiunto.

Problema n. 3: il monitoraggio del trasporto pubblico è diventato un problema serio

La soluzione: i dati dei sensori hanno facilitato la selezione del percorso ottimale in base alle condizioni in tempo reale, con conseguente migliore gestione del trasporto pubblico. I sensori IoT indicano dove il traffico è bloccato e trovano un percorso alternativo ottimizzato per risparmiare tempo ed energia.

Problema n. 4: aumento dei costi operativi e danni all’infrastruttura

La soluzione: tradizionalmente, sapere la quantità esatta nei rimorchi era quasi impossibile. Quindi, viene effettuato un controllo adeguato sui veicoli, sulle loro dimensioni, peso e tipo in tempo reale utilizzando sensori di peso. Tramite IoT e dispositivi intelligenti, i veicoli sovraccaricati possono essere identificati e parzialmente scaricati per evitare le multe. Con il monitoraggio in tempo reale, gli avvisi vengono inviati molto prima del tempo, in modo da ottenere un’efficienza ottimizzata.

Problema n. 5: nessun avviso anticipato e disponibilità di aree di parcheggio

La soluzione: il sistema di trasporto intelligente integrato comunica le informazioni in tempo reale del conducente e del veicolo, avvisando in merito ai potenziali problemi del motore. L’IoT nel settore trasporti può anche garantire il parcheggio intelligente, segnalando la disponibilità in tempo reale. Inoltre, il sistema di parcheggio multilivello aiuta a ridurre i costi operativi e di manutenzione e i sensori IoT aiutano ad aumentare la sicurezza, il comfort e l’efficienza nella guida e nel parcheggio.

In conclusione, afferma Verma, negli ultimi anni l’IoT ha spalancato le porte a una miriade di nuove opportunità nel settore dei trasporti, arrivando a un notevole grado di maturazione. Ma questa tecnologia potrà esprimere tutto il proprio potenziale a favore dell’industria dei trasporti solo quando verranno sfruttate appieno non solo le possibilità di connettere tra loro i vari dispositivi, ma anche di estrarre informazioni utili dai dati raccolti dai sensori IoT.

CadlogIoT nel settore trasporti: problemi e soluzioni

Articoli correlati

Vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli