Cadlog Blog

News e aggiornamenti per l'industria elettronica e l'ingegneria

Caduta di tensione: non permettete che lasci i vostri prodotti fuori dal mercato

on 24 Novembre 2016

Oggi la nostra aspettativa nei confronti di un dispositivo elettronico è che funzioni sempre in maniera impeccabile, senza eccezioni. Appena c’è un minimo malfunzionamento, ci sembra inaccettabile. Specialmente lo smartphone deve funzionare sempre a perfezione, durare il più possibile ed essere affidabile in ogni circostanza ambientale. Appena qualche anno fa, i cellulari erano in grado solo di telefonare e la carica della batteria durava a mala pena un giorno!

Gli attuali smart watches hanno più intelligenza dei precedenti telefoni, i dispositivi wearables ci informano in tempo reale sul nostro stato di salute e con gli smartphone ci facciamo di tutto, da organizzare la giornata a gestire le foto di famiglia, da ascoltare la musica a scambiare messaggi. Ormai l’asticella delle aspettative nei confronti di questi dispositivi personali si è alzata in modo irreversibile.

Occhio alla caduta di tensione nella PDN

Qual è il segreto per avere dispositivi elettronici così longevi e performanti? Secondo Jim Martens, Product Marketing Manager a Mentor Graphics, sta tutto nella power delivery network (PDN). “Magari non ci viene subito in mente” – dice Jim – “ma è cruciale avere una power delivery network che non perde troppa tensione nelle tracce e nei cavi che collegano la sorgente di energia ai chip affamati che essa alimenta”.

“I moderni circuiti integrati sono caratterizzati da una forte domanda di corrente“, prosegue Jim Martens. “Così, se si vuole mantenere l’alimentazione elettrica all’interno del range di tolleranza, il prodotto che si cerca di progettare non durerà molto nel mondo reale”. Dunque il segreto sta nel garantire che la PDN sia soggetta a una caduta di tensione minima. “Se mi dite che vi limiterete a realizzare un prototipo e ripartire da lì, vi risponderò che c’è di sicuro un modo migliore”, afferma Jim.

La soluzione sta nell’uso di uno strumento come PADS HyperLynx DC Drop, una componente significativa della PADS Product Creation Platform. PADS HyperLinx DC Drop consente di prevedere dove e come avviene la maggior parte della perdita di tensione, prima che la scheda venga realizzata concretamente. “Questo software di simulazione”, ci spiega ancora Jim Martens, “prende il layout del PCB da PADS, aiuta a valutare le fonti e le perdite di tensione e ti mostra in maniera intuitiva la perdita di tensione e il current crowding per una o per tutte le nets di alimentazione”.

“Con la conoscenza di dove e quanta perdita di tensione si sta verificando, si può tornare al layout, aggiungere più rame, e procedere alla fase successiva del progetto con serenità”, chiosa Martens. “Essere competitivi in questo tipo di industria, che tu sia un progettista in erba o un veterano stagionato, significa adottare le migliori pratiche di progettazione”.

Ecco perché una componente software come PADS HyperLynx DC Drop va assolutamente considerata quando si compone il carrello della spesa della strumentazione per la progettazione di prodotti elettronici.

PADS HyperLynx DC Drop

Analisi dei problemi relativi alle alimentazioni integrata nel CAD per il PCB Design

PADS HyperLynx DC Drop permette di identificare rapidamente nel progetto i problemi delle cadute di tensione e dei carichi di corrente

“PADS HyperLynx DC Drop ottimizza le Power Distribution Network per un’alimentazione dei circuiti integrati pulita, efficiente e multi-rail”

Chiedi informazioni sul prodotto:

CAPTCHA image

* Campo richiesto

CadlogCaduta di tensione: non permettete che lasci i vostri prodotti fuori dal mercato

Articoli correlati

Vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli